ACCENTI IN SPAGNOLO (Parte 2)

¡Hola! continuiamo con le regole di accentazione.

L’accento grafico e le parole monosillabiche

I monosillabi, cioè le parole formate da un’unica sillaba, non si accentano MAI graficamente

Esempio:

Mes = mese

Bien = bene

Fe = fede

Fui = fui

Pan = pane

Vio = vide

atencion-in-spagnoloEccezione:

Fanno eccezione a questa regola tutte le parole con accento diacritico.

Tilde diacrítica:

L’accento diacritico ovvero la “tilde diacrítica” è l’accento grafico che permette di distinguere parole con identica forma, ma che appartengono a categorie grammaticali differenti.

Tilde diacrítica en monosílabos

de preposición: preposizione

Hace barquitos DE papel.

Fa barchette DI carta.

sustantivo (letra = lettera):

Me ha bordado una DE en el pañuelo.

Mi ha ricamato una DI sul fazzoletto.

forma del verbo dar: verbo dare

DÉ esta invitación a su hija.

DIA questo invito a sua figlia.

el artículo: articolo

EL libro de español.

IL libro di spagnolo.

él pronombre personal: pronome personale

Él se hace responsable.

LUI si fa responsabile

mas conjunción adversativa: congiunzione

Lo sabía, MAS no dijo nada.

Lo sapeva MA non disse niente.

más adverbio, adjetivo o pronombre: avverbio, aggettivo o pronome

Tu coche es MÁS rápido que el mío.

La tua macchina è PIÙ veloce della mia.

Pon MÁS azúcar en el café.

Metti PIÙ zucchero al caffè

No quiero más.

Non voglio PIÙ.

conjunción con valor de suma o adición: congiunzione

Dos MÁS dos son cuatro.

Due PIÙ due sono quattro.

sustantivo (signo matemático): sostantivo

En esta suma falta el MÁS.

.

In questa somma manca il PIÙ.

mi adjetivo posesivo: aggettivo possesivo

María es MI amiga.

Maria è la MIA amica.

sustantivo (nota musical):

Empieza de nuevo en el MI.

Comincia di nuovo in MI

pronombre personal: pronome personale

Dímelo a MI.

Dillo a ME.

Me prometí a MÍ misma no volver a hacerlo.

Ho promesso a ME stessa di non farlo più.

se pronombre, con distintos valores: pronomi con valori diversi

Se arrepiente de sus palabras.

SI pente delle sue parole.

indicador de impersonalidad:

SE duerme bien aquí.

SI dorme bene qui.

indicador de pasiva refleja:

SE venden manzanas.

SI vendono mele.

forma del verbo ser o saber: verbo essere o sapere

bueno y pórtate bien.

SII buono e comportati bene.

Yo SÉ lo que ha pasado.

Io SO quello che è successo.

si conjunción, con distintos valores: congiunzione con valori diversi

SI llueve, te mojarás.

SE piove, ti bagnerai.

Dime SI lo hiciste.

Dimmi SE l’hai fatto.

sustantivo (nota musical):

Ha compuesto una melodía en SI mayor.

Ha composto una melodia in SI maggiore.

adverbio de afirmación: avverbio

, estoy preparado.

SI, sono pronto

pronombre personal reflexivo: pronome personale riflessivo

Vive encerrado en SÍ mismo.

Vive rinchiuso in SÉ stesso.

te pronombre personal: pronome personale

TE agradezco.

TI ringrazio.

sustantivo (letra):

La TE parece aquí una ele.

La TI sembra qui una elle.

sustantivo (planta e infusión): sostantivo

Es dueño de una plantación de TÉ.

è propietario di una plantagione di TÈ

¿Te apetece un TÉ?

Gradisci un TÈ?

tu posesivo: possessivo

Dame TU dirección.

Dammi il TUO indirizzo.

pronombre personal: pronome personale

y yo.

TU ed io.

AÚN/AUN

L’avverbio “AÚN” presenta un accento grafico (tilde) quando può sostituirsi alla parola “todavía” (ancora).

Esempio:

Este modelo tiene aún más potencia. = Questo modello ha ancora più potenza.

Tiene una biblioteca de más de cinco mil volúmenes y aún se queja de tener pocos libros. = Ha una biblioteca di più di cinquemila volumi e ancora si lamenta di avere pochi libri.

Ahora que he vuelto a ver la película, me parece aún más genial. = Ora che ho rivisto il film, mi sembra ancora più geniale.

La parola “AUN, in tutti gli altri casi non si scrive con tilde.

Esempio:

Aprobaron a todos, aun a los que no habían estudiado. = Promossero tutti, anche quelli che non avevano studiato.

Ni aun él pudo hacerlo. = Nemmeno lui poté farlo.

L’avverbio SOLO e i pronomi dimostrativi che si scrivono SENZA “TILDE”

Una volta potevamo scrivere SÓLO” inteso come avverbio con la tilde sulla prima “o”.

Esempio:

Sólo (solamente) tú me entiendes. = Solo (soltanto) tu mi capisci.

Questo si faceva per differenziarlo da “SOLO” come aggettivo, che scrivevamo senza nessuna tilde.

Esempio:

No me gusta estar solo. = Non mi piace essere da solo.

Ora però la “Real academia española” ci invita a non fare più questa differenza ed a seguire le regole generali, quindi ci consiglia di scrivere queste parole sempre senza tilde. Le eventuali ambiguità possono risolversi quasi sempre seguendo il proprio contesto comunicativo.

Lo stesso succede con i dimostrativi “ESTE, ESE Y AQUEL” (questo, codesto, quello) e con i suoi femminili e plurali che possono essere sia pronomi che aggettivi, questi non devono più scriversi con tilde.

Esempio:

Me gusta este. = Mi piace questo.
Aquellos libros. = Quei Libri.

Nonostante questa raccomandazione da parte della RAE questo argomento rimane tuttora controverso, questo  perché ancora oggi, per distinguerle, molti continuano a scrivere con tilde le parole “solo” ed “este”.

nota-in-spagnolo Vedi articolo RAE: http://www.rae.es/consultas/el-adverbio-solo-y-los-pronombres-demostrativos-sin-tilde

¡Hasta la próxima!

Karina Chonati Romo

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...